antea Attività innovative per lo sviluppo
della filiera transfrontaliera del fiore edule
Facebook Instagram Twitter
Ignora collegamenti di navigazione
Select Language:

Obiettivi

Il progetto si propone l’obiettivo generale di riorganizzare la filiera emergente dei fiori eduli, evoluzione della più antica produzione floricola ornamentale transfrontaliera, attraverso l’applicazione di innovazione tecnologica in grado di mettere a valore ogni aspetto legato alla produzione, qualità, sicurezza d’uso, trasporto, conservazione e mercato.
Ha inoltre i seguenti obiettivi specifici:
  • sviluppare una forte azione di promozione e formazione verso le piccole medie imprese del territorio proponendo modelli di sviluppo di business sia per quanto riguarda la produzione (ad es. verso imprese agricole) che l’utilizzo (ad es. verso imprese e servizi del campo della ristorazione) del fiore edule;
  • definire un marchio per identificare e tracciare la produzione del fiore edule sul territorio;
  • definire un percorso gastronomico e culturale a supporto della filiera e del suo sviluppo sul territorio;
  • ampliare l’offerta produttiva individuando nuove specie eduli con possibilità coltivazione in ambienti di entroterra;
  • capitalizzare l’esperienza del progetto con la formalizzazione e la fornitura di servizi specifici, che permettano di sfruttare i risultati del progetto oltre la sua durata, in particolare: una vetrina tecnologica virtuale (living lab) disponibile su internet, tre vetrine tecnologiche sul territorio (open labs), un “market place” per l’incontro ed il dimensionamento della domanda e dell’offerta in particolare per zone rurali e di montagna;
  • studiare la fattibilità della creazione di un ente giuridico che permetta di mantenere attiva la filiera del fiore edule ed i relativi servizi oltre la durata del progetto.
Gli obiettivi sopra riportati rivolti a fronteggiare la crisi che il comparto della floricoltura ha avuto negli ultimi anni, inducendo le piccole e medie aziende agricole a rivolgersi verso specie adatte a mercati alternativi pur mantenendo la stessa tipologia produttiva.
Questo processo ha visto il coinvolgimento delle piante aromatiche e sta iniziando a coinvolgere quelle specie commestibili che si posizionano sul mercato alimentare sia della tradizione sia della cucina di innovazione.
I fiori eduli oltre all’intrinseco valore decorativo possono avere importanti caratteristiche alimurgiche e nutrizionali che necessitano di essere ben definite e adeguatamente valorizzate.