antea Attività innovative per lo sviluppo
della filiera transfrontaliera del fiore edule
Facebook Instagram Twitter
Ignora collegamenti di navigazione
Select Language:

L’ANTICO ORTO DEI PADRI SOMASCHI


Il giardino sorge sul fianco orientale del Santuario della Madonna del Popolo, in uno spazio intimo e accogliente, circondato da mura, dove è stato riproposto il tema dell'hortus conclusus , a rievocare l’antico orto utilizzato dai Padri Somaschi, che abitavano il convento adiacente. La Chiesa è uno dei monumenti più rappresentativi di Cherasco, fabbricato tipico del barocco Piemontese, edificato alla fine del XVII secolo su progetto del pittore-architetto Sebastiano Taricco.
L'intervento ha recuperato un'area verde di circa 1.200 mq nel centro storico della città mettendola a disposizione dei visitatori lungo la passeggiata di visita dell'abitato antico che conduce ai bastioni.

Nell'area vengono coltivate piante dai fiori eduli e ornamentali, individuate dal Dipartimento di Scienze Agrarie Forestali e Alimentari dell’Università di Torino, con l’obiettivo di diffonderne la conoscenza, le proprietà e l’utilizzo. La scelta delle specie è stata condotta in base alle esigenze climatiche, manutentive e ornamentali delle piante, privilegiando specie perenni dalle diverse coloriture e fioriture scalari.
Il giardino è un esempio di edible landscaping, che coniuga nello stesso contesto piante ornamentali e eduli, un orto da vivere al pari di un giardino, dove apprezzare sia il lato estetico della pianta che quello nutrizionale.

Varcata la soglia d’ingresso all’area, il visitatore si trova in uno spazio ad aiuole regolari a vocazione didattica, oltre che ornamentale. Il restringimento centrale celebra il fiore che da sempre nelle arti figurative accompagna la Madonna: la rosa, sia in aiuole a terra che rampicanti su pergolato in castagno, creando un percorso ombreggiato che conduce il visitatore nella seconda parte del giardino. Qui un’ampia zona a prato fiorito, suddivisa in quattro settori, percorsi centralmente da vialetti bordati da vite, fa da scenario per appagare l’esigenza di sosta degli ospiti. Prima di uscire dal giardino, una coltivazione di meli a spalliera conduce verso l’area verde dei bastioni cittadini, che porta al Santuario della Madonna delle Grazie.

L’Antico Orto dei Padri Somaschi fa parte di un più ampio circuito di beni storico-paesaggistici denominato GIARDINI DELLE ESSENZE, una rete territoriale integrata tra beni culturali, prodotti identitari del territorio, servizi di formazione, didattica e offerta turistica.
Si tratta di beni paesaggistici accomunati da un forte legame con la realtà agricola del territorio: paesaggi, giardini e coltivi che si distinguono per la coltivazione di erbe aromatiche, piante officinali e colture orto-frutticole di antica tradizione.
L’obiettivo è quello di favorire lo sviluppo di un sistema integrato tra il patrimonio culturale e l’economia locale attraverso il recupero del patrimonio paesaggistico e architettonico, già rappresentativo dell’identità del luogo, che viene valorizzato e messo in relazione per diventare polo di attrazione culturale e turistica.
Un percorso di accompagnamento reciproco tra l’economia locale, la vocazione agricola del territorio e il patrimonio culturale, nel cuore del Piemonte, in quella fertile pianura del Regno Sabaudo che vanta un background storico-culturale ed economico di rilievo.

Fotografie del giardino: