antea Attività innovative per lo sviluppo
della filiera transfrontaliera del fiore edule
Facebook Instagram Twitter
Ignora collegamenti di navigazione
Select Language:

Università di Genova (UNIGE), Dipartimento di Farmacia (DIFAR)

http://www.difar.unige.it

Laboratorio di Fitochimica, Dipartimento di Farmacia
Viale Cembrano, 4 - 16148 Genova

Prof. Angela Bisio Professore associato bisio@difar.unige.it
Dr.ssa Francesca Pedrelli dottoranda di ricerca pedrelli.phd@difar.unige.it
Dr. Romeo Arago Douguè Kentsop dottorando di ricerca dougue.kentsop.phd@difar.unige.it
Ylenia Malatesta studente in tesi yleniamalatesta@gmail.com
Carola Bertonelli studente in tesi carolabertonelli@gmail.com

Metodologie e tecnologie a supporto del “gusto”

L’attività dell’Unità operativa di Fitochimica del Dipartimento di Farmacia si collocherà nel WP3 - Definizione di una vetrina tecnologica e metodologica della ricerca e dell’innovazione, azione 3.1 – Metodologie e tecnologie a supporto del “gusto”. In particolare l’Unità operativa di Fitochimica si occuperà dell’Isolamento dei fitocostituenti.
Preparazione estratti grezzi: la biomassa verrà estratta con solventi appropriati a dare estratti grezzi che verranno forniti agli altri gruppi di ricerca per una prima valutazione dell’attività biologica.
Preparazioni estratti semi-purificati: gli estratti grezzi verranno sottoposti a diverse tecniche di separazione (metodi cromatografici a bassa e media pressione) per ottenere estratti semi-purificati. Questi ultimi verranno forniti agli altri gruppi di ricerca per la valutazione dell’attività biologica.
Preparazione composti puri: gli estratti semi-purificati verranno sottoposti a separazioni cromatografiche ad alta pressione (HPLC) per ottenere le sostanze pure. L’identificazione dei composti puri verrà condotta con l’impiego di metodi spettroscopici (UV, IR, MS, HR-MS, 1H-NMR, 13C-NMR, CD).
Analisi quantitativa di fitocostituenti in estratti selezionati: messa a punto e validazione di metodi di quantificazione di particolari biocostituenti risultati di interesse nelle biomasse considerate. Verranno condotte analisi quantitative sul contenuto dei composti selezionati in biomasse ottenute da coltivazioni in vivo e da metodi biotecnologici.




Laboratorio di Farmacologia e Tossicologia, Dipartimento di Farmacia
Viale Cembrano, 4, 16148 Genova, Italia

Prof. Giambattista Bonanno Professore ordinario bonanno@difar.unige.it
Dr. Tiziana Bonifacino ricercatrice a tempo determinato tipo A bonifacino@difar.unige.it
Dr. Marco Milanese ricercatore a tempo determinato tipo B milanese@difar.unige.it
Dr.ssa Carola Torazza dottoranda di ricerca torazza@difar.unige.it
Francesca Ferrari tesista di ricerca sperimentalefranciferra06@libero.it
Anna Frea tesista di ricerca sperimentale annafrea@hotmail.it


L’Unità operativa di Farmacologia e Tossicologia del Dipartimento di Farmacia si occuperà di valutare, mediante modelli sperimentali in-vitro rappresentati da colture cellulari primarie di astrociti, le potenziali attività tossiche e/o nuove attività di interesse farmacologico di estratti totali, semi purificati e composti puri isolati da fiori eduli. L’obiettivo principale della nostra Unità operativa, in concerto con l’Unità di Biofisica, sarà quello di mettere in evidenza dal punto di vista tossicologico e/o farmacologico possibili attività di carattere citotossico o neuroprotettivo dei composti attivi presenti nei preparati d’interesse valorizzando ulteriormente la filiera dei fiori eduli.

Task 1.1. Preparazione di colture primarie di astrociti per predisporre i gruppi sperimentali da analizzare.
  • preparazione di colture cellulari primarie di astrociti ottenuti da diversi tessuti neuronali murini (midollo spinale e corteccia cerebrale) con il fine di esporle, attraverso il medium di coltura, ad estratti totali, semi purificati e composti puri isolati da fiori eduli.
  • preparazione di colture cellulari primarie di astrociti a partire da un modello murino di patologia neurodegenerativa (sclerosi laterale amiotrofica - SLA), oppure colture WT esposte ad un agente esogeno citotossico (LPS) con il fine di testare potenziali effetti citoprotettivi, di estratti totali, semi purificati e composti puri isolati da fiori eduli, mediante esposizione delle stesse, attraverso il medium di coltura ai composti di interesse.


Task 1.2. Studio delle potenziali proprietà citotossiche o neuro-infiammatorie di estratti totali, semi purificati e composti puri isolati, su colture primarie di astrociti.
Colture cellulari primarie di astrociti saranno esposte a diverse concentrazioni di estratti totali, semi purificati e composti puri isolati da fiori eduli per diversi tempi di esposizione. Sulle colture trattate verranno eseguite le seguenti analisi:
  • analisi di sopravvivenza e morfologia cellulare mediante conta numerica, analisi d’immagine e analisi di espressione di specifici marker per l’apoptosi mediante immunofluorescenza;
  • analisi di espressione e localizzazione cellulare di specifici marker caratterizzanti un fenotipo reattivo, mediante immunofluorescenza con microscopia confocale;
  • analisi di espressione e localizzazione cellulare di specifici marker caratterizzanti un fenotipo neuro-infiammatorio, mediante microscopia confocale e citofluorimetria.

Task 1.3. Studio delle potenziali attività d’interesse farmacologico citoprotettivo, da parte di estratti totali, semi purificati e composti puri isolati, nel modulare il fenotipo reattivo o neuro-infiammatorio, in colture primarie di astrociti preparate da un modello di patologia neurodegenerativa (i.e. SLA) o attivati con un agente esogeno citotossico (LPS).
Le colture cellulari primarie di astrociti stimolati con LPS o derivanti da un modello di patologia neurodegenerativa (sclerosi laterale amiotrofica), saranno esposte a diverse concentrazioni dei composti d’interesse, in base alle informazioni ricavate dai risultati delle task precedenti. Sulle colture trattate saranno quindi eseguite analisi per valutarne le proprietà citoprotettive o modulatorie rispetto ad un fenotipo reattivo:
  • analisi di sopravvivenza e morfologia cellulare
  • analisi di caratterizzazione del fenotipo
  • analisi di caratterizzazione del fenotipo neuro-infiammatorio.