antea Attività innovative per lo sviluppo
della filiera transfrontaliera del fiore edule
Facebook Instagram Twitter
Ignora collegamenti di navigazione
Select Language:
   

Centro di Sperimentazione ed Assistenza Agricola (CERSAA)


http://www.cersaa.it

Regione Rollo, 98 - 17031 Albenga SV

Federico Tinivella (agronomo, referente di progetto) federico.tinivella@gmail.com
Giovanni Minuto (Direttore CeRSAA) cersaa.direzione@rivlig.camcom.it
Cinzia Bruzzone (agrotecnico, tecnico di laboratorio) cinzia.bruzzone@rivlig.camcom.it
Paolo Vinotti (agrotecnico, tecnico di campo) paolovinotti7@gmail.com
Gianvittorio Delfino (responsabile amministrativo)cersaa.albenga1@rivlig.camcom.it

Presentazione di CERSAA

Fondato nel 1961, il Centro di Sperimentazione e Assistenza Agricola è una azienda speciale della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Savona. Si interessa di sperimentazione, dimostrazione, formazione e assistenza tecnica.
Dispone di una superficie di 50.000 m2, di cui circa 10.000 m2 sono coperti con serre, tunnel e ombrai. Al suo interno trovano la propria sede:
  • il laboratorio per la diagnosi fitopatologia (classica e molecolare): esso fa parte della rete regionale dei laboratori di analisi (LaRAF), grazie alla quale può rispondere alle esigenze delle imprese agricole mettendo in campo personale specializzato, attrezzature sempre aggiornate e impianti ad alta tecnologia. Il CeRSAA e la rete LaRAF offrono i propri servizi di diagnostica fitopatologica, di telediagnosi, di gestione delle produzioni, di VTA (Visual tree assessment) e di analisi strumentale della stabilità di piante di alto fusto alle imprese agricole, alle società di Servizi, ai Comuni ed ai privati cittadini. La sezione di diagnostica molecolare completa in alto i servizi del laboratorio per le Imprese agricole e industriali. Il Laboratorio Fitopatologico è anche parte della rete nazionale dei laboratori del sistema camerale, di cui rappresenta l’unico attivo in questo specifico settore.
  • il Centro di Saggio, accreditato per saggi di efficacia e, unitamente al Laboratorio Cihmico della Camera di Commercio di Savona, per saggi di residui relativi agli agrofarmaci. Esso opera nei seguenti settori di attività: aree non agricole, colture arboree, colture erbacee, colture forestali, colture medicinali ed aromatiche, colture ornamentali, colture orticole, colture tropicali, concia sementi, conservazione post-raccolta, diserbo, entomologia, nematologia, patologia vegetale, zoologia agraria, produzione sementi, effetti indesiderati di trattamenti fitosanitari sulle colture (fitotossicità).
I servizi offerti dal Centro sono numerosi e connessi con l’elevata specializzazione delle diverse aree operative:
  • prove sperimentali per la messa a punto di tecniche, fattori produttivi, innovazioni di prodotto e di processo nel settore della difesa delle colture, della nutrizione delle piante e per la valutazione dell’impatto ambientale di processi produttivi;
  • prove dimostrative relative ai risultati ottenuti dalla sperimentazione;
  • consulenza agronomica e fitoiatrica;
  • diagnostica fitopatologica;
  • trasferimento dell’innovazione attraverso l’organizzazione di incontri tecnici, convegni, corsi di formazione e di qualificazione
Il Centro è coinvolto attivamente in progetti nazionali ed internazionali relativi a tematiche di natura agro-ambientale e, ultimamente, a quelle inerenti l’impiego di fonti di energia rinnovabili in agricoltura. Nello specifico negli ultimi anni ha partecipato ad oltre 50 progetti, tra i quali si citano:
LIFE04 ENV/IT/463 “BIOMASS” (coordinatore);
LIFE07 ENV/GR/000280 “PROSODOL” (partner);
LIFE09 ENV/IT/000067 “SUMFLOWER” (partner);
LIFE09 ENV/GR/000594 “WASTEREUSE” (partner);
INTERREG IIIC WEST PROMSTAP “MYCOMON” (coordinatore) e “GEOQUALITY” (partner);
INTERREG IIIA – ALCOTRA “SALVIE” (partner);

Molta attenzione è stata posta nella divulgazione dei risultati ottenuti con più di 600 pubblicazioni scientifiche e divulgative su riviste nazionali ed internazionali.

Attività svolte all’interno del progetto


Il Centro di Sperimentazione e Assistenza agricola collabora a numerose attività di progetto che hanno quale fine ultimo la riorganizzazione della filiera emergente dei fiori eduli attraverso l’applicazione di innovazione tecnologica in grado di mettere a valore ogni aspetto legato alla produzione, qualità, sicurezza d’uso, trasporto, conservazione e mercato dei fori commestibili.

Obiettivi
  • sviluppare una forte azione di promozione e formazione verso le piccole medie imprese del territorio proponendo modelli di sviluppo di business sia per quanto riguarda la produzione (ad es. verso imprese agricole) che l’utilizzo (ad es. verso imprese e servizi del campo della ristorazione) del fiore edule;
  • definire un marchio per identificare e tracciare la produzione del fiore edule sul territorio;
  • definire un percorso gastronomico e culturale a supporto della filiera e del suo sviluppo sul territorio;
  • ampliare l’offerta produttiva individuando nuove specie eduli con possibilità coltivazione in ambienti di entroterra;
  • capitalizzare l’esperienza del progetto con la formalizzazione e la fornitura di servizi specifici, che permettano di sfruttare i risultati del progetto oltre la sua durata, in particolare: una vetrina tecnologica virtuale (living lab) disponibile su internet, tre vetrine tecnologiche sul territorio (open labs), un “market place” per l’incontro ed il dimensionamento della domanda e dell’offerta in particolare per zone rurali e di montagna;
  • studiare la fattibilità della creazione di un ente giuridico che permetta di mantenere attiva la filiera del fiore edule ed i relativi servizi oltre la durata del progetto.
Attività specifiche del Centro di Sperimentazione e assistenza Agricola

WP2 – Comunicazione
Predisposizione di specifici mezzi di divulgazione delle attività di progetto (social network e altri media), organizzazione e partecipazione a eventi televisivi, supporto alla realizzazione di installazioni tematiche quali open labs e eventi di show cooking.

WP3 – Definizione di una vetrina tecnologica e metodologica della ricerca e dell’innovazione
  1. Coltivazione e propagazione di specie floricole selezionate per la produzione di materiale vegetale da avviare alle successive analisi da parte del partner Università di Genova – Dipartimento di Farmacia (analisi microbiologiche, analisi dei metaboliti primari, secondari, degli olii essenziali e del profilo aromatico,…)
  2. Realizzazione di prove di coltivazione di specie selezionate all’interno di una serra sperimentale e verifica delle performance produttive e consumi in funzione dei parametri di coltivazione (T, U.R., luce):
    • Riscaldamento basale elettrico e ad acqua calda
    • Climatizzazione caldo/freddo con sonde geotermiche e pompa di calore
    • Illuminazione suppletiva LED
    • Controllo climatico fine
  3. Realizzazione di prove di coltivazione per verificare l’efficacia di tecniche di difesa sostenibile, tendente alla lotta biologica pura per poter garantire il minimo livello possibile di residui sul materiale edule.
  4. Raccolta di prodotti e articoli per il packaging a base di materiali biodegradabili e verifica della loro applicabilità per il confezionamento di alcune specie di fiori eduli a garanzia della shelf life del prodotto.
WP4 - ICT a supporto dello sviluppo della rete transfrontaliera
Realizzazione di un’indagine conoscitiva al fine di definire gli specifici requisiti applicabili alla produzione di fiori eduli al fine di:
  • elaborare uno schema di certificazione volontario spendibile a livello commerciale a garanzia soprattutto della sanità e della salubrità del prodotto;
  • contribuire a definire un’identità specifica del prodotto a livello di distretto produttivo.
A questo scopo è stato preso in considerazione lo schema di certificazione di prodotto GlobalGAP, standard riconosciuto su scala globale per le produzioni agricole, relativo al subscopo Fruit & Vegetables (applicabile a colture alimentari) e definiti requisiti aggiuntivi (i cosiddetti add-on così come previsto da GlobalGAP stesso).